The top fake news of the week

#iononcicasco
Link to original content: 
By: 
Contextual information from the translator: 
A list of inaccuracies and/or inventions reported by mainstream media on the Five Star Movement
Translation: 

The Fourth media power is naked. It wiggles in a disordered manner and launches continuous splashes of mud hoping to survive Change, to recycle and change skin again, for the umpteenth time. The goal is to try to discredit the image of the 5 Star Movement and to delegitimize it. Because honesty and transparency are frightening to the lobbies, to the families of big borrowers and bankers, or to those who bleed the Italians in all these years, manipulating the information in their own image and likeness and playing the role of puppeteers of most of the parties of the first and second republic.

Even in the last week, reading the newspapers, true armed branch of these borrowers, we came across a series of indecent and colossal fake news. Poor illiterate: we do not fall for it anymore, #iononcicasco.

It has been written that in the MoVimento there are 30 conspirators ready to 'stab' Di Maio: #iononcicasco. That Di Maio worked illegally for his father: #iononcicasco. That the grillini do not want to give money to the North: #iononcicasco. That voters do not want the citizenship income: #iononcicasco. And then the top of the fake news: 'Di Maio finds himself in a conflict of interest'. They wrote just this, without any restraint or modesty.

In one case in just one title they managed to concentrate three fake news. The reference is to an article in the Giornale: 'Income of citizenship, the easy subsidy of the South creates unemployed for life'. #iononcicasco.

Citizenship income:
1. it is not an 'easy subsidy'; 2. does not apply only to the South, but almost half of the beneficiaries will be in the Center North; 3. it does not create unemployed people, indeed exactly the opposite.

These are just a few examples. Some attempts, after months, that are part of a broader strategy to delegitimize in all ways the 5 Star Movement. But we are strong with the full support of our voters and in these days all those who follow us on the blog and on social media have expressed maximum support, affinity and solidarity. But above all, they have clear ideas, they understand, they really inform themselves and do not get ripped off.

We reiterate: law against the conflict of interests of publishers and fair compensation to all journalists. This is the only way towards change. And we will do it.

up
0 users have voted.
Original content: 

Il Quarto potere mediatico è nudo. Si dimena in maniera scomposta e lancia continui schizzi di fango nella speranza di sopravvivere al Cambiamento, di potersi riciclare e cambiare di nuovo pelle, per l’ennesima volta. L’obiettivo è provare a sporcare l’immagine del MoVimento 5 Stelle e delegittimarlo. Perché l’onestà e la trasparenza fanno paura alle lobby, alle famiglie di grossi prenditori e ai banchieri, ovvero a coloro che hanno dissanguato gli italiani in tutti questi anni, manipolando l’informazione a propria immagine e somiglianza e ricoprendo il ruolo di burattinai di gran parte dei partiti della prima e della seconda Repubblica.

Anche nell’ultima settimana, leggendo i giornali, vero braccio armato di questi prenditori, ci siamo imbattuti in una serie di indecenti e colossali fake news. Poveri illusi: noi non ci caschiamo più, #iononcicasco.

È stato scritto che nel MoVimento ci sono 30 congiurati pronti a ‘pugnalare’ Di Maio: #iononcicasco. Che Di Maio ha lavorato in nero per il padre: #iononcicasco. Che i grillini non vogliono dare soldi al Nord: #iononcicasco. Che gli elettori non vogliono il Reddito di cittadinanza: #iononcicasco. E poi il top delle fake news: ‘Di Maio si trova in conflitto di interessi’. Hanno scritto proprio questo, senza alcun ritegno o pudore.

In un caso in un solo titolo sono riusciti a concentrare ben tre fake news. Il riferimento è a un articolo del Giornale: ‘Reddito di cittadinanza, il sussidio facile del Sud crea disoccupati a vita’. #iononcicasco.

Il Reddito di cittadinanza:
1. non è un ‘sussidio facile’; 2. non si riferisce solo al Sud, ma quasi la metà dei beneficiari sarà al Centro Nord; 3. non crea disoccupati, anzi esattamente il contrario.

Questi sono solo alcuni esempi. Alcuni tentativi, avanti da mesi, che fanno parte di una più ampia strategia di voler delegittimare in tutti i modi il MoVimento 5 Stelle. Ma noi siamo forti del pieno sostegno dei nostri elettori e di tutti coloro che in massa ci seguono sul blog e sui social hanno espresso in questi giorni massimo supporto, vicinanza e solidarietà. Ma, soprattutto, hanno le idee chiare, hanno capito, si informano davvero e non si fanno fregare.

Ribadiamo: legge contro il conflitto di interessi degli editori e equo compenso a tutti i giornalisti. Solo così si cambia. E noi lo faremo.